Domande Frequenti Fatturazione Elettronica

Fatturazione elettronica obbligatoria 2019

Cosa cambia con l’introduzione della fattura elettronica obbligatoria dal 1 gennaio 2019?

Dal 1° gennaio 2019 tutte le fatture emesse, a seguito di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti titolari di Partita IVA residenti o stabiliti in Italia, potranno essere solo fatture elettroniche.

La fattura elettronica si differenzia da una fattura cartacea, in generale, solo per due aspetti:

  • è un file digitale in formato XML e va necessariamente redatta utilizzando un software specifico

  • deve essere trasmessa elettronicamente tramite il c.d. Sistema Di Interscambio flussi Dati (SDI).

Come invieremo la fattura elettronica ai nostri clienti che effettuano acquisti in qualità di utilizzatori professionali (ovvero con indicazione della Partita iva)?

I metodi tra cui puoi scegliere e consigliati sono due:

  • inserendo il tuo indirizzo PEC

oppure

  • il Codice Destinatario nell'apposito campo.

Puoi inserire i dati nella tua area riservata nella sezione indirizzi di fatturazione.

 I soggetti passivi IVA possono anche comunicare all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo telematico (indirizzo PEC o codice destinatario) presso il quale intendono ricevere le fatture elettroniche, registrando tale indirizzo mediante un apposito servizio che è reso disponibile dalla stessa Agenzia.

In caso di registrazione, le fatture saranno sempre recapitate all’indirizzo preregistrato indipendentemente dal valore indicato dal soggetto trasmittente nel campo “codice destinatario” o “PEC Destinatario” nella fattura.

Posso ordinare senza Codice Destinatario (SDI) oppure PEC (Posta Elettronica Certificata)?

Sì, Certo!

Ci possono essere due casi:

  1. Se sei titolare di partita IVA e NON disponi di Codice Destinatario (SDI) oppure NON disponi di un indirizzo PEC
  2. Se sei un consumatore finale oppure un soggetto che NON acquista per fini professionali/aziendali e quindi NON HAI o NON VUOI USARE un numero di Partita IVA, è necessario indicare il tuo Codice Fiscale personale (ricorda che è presente anche sulla tua Tessera Sanitaria oppure puoi ricorrere anche al calcolo online ricordando però che l'unico dato ufficiale è quello rilasciato dall'Agenzia delle Entrate)

In entrambi i casi il nostro sistema assegna in automatico il Codice Destinatario specifico previsto in queste situazioni (0000000 ovvero sette volte la cifra zero) oppure puoi inserirlo anche manualmente qualora debba variare un dato presente. (ad esempio un codice destinatario che non intendi più usare).

Allo stesso modo hai la possibilità di cancellare un indirizzo PEC precedentemente memorizzato.

Successivamente all'evasione dell'ordine o alla ricezione del pagamento, invieremo una comunicazione via mail (all'indirizzo associato al tuo account) per avvisarti che l’originale della  tua fattura elettronica è a disposizione nella portale Fatture e Corrispettivi del sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Allegheremo alla stessa mail una copia in PDF della fattura elettronica (per leggere il file PDF puoi usare diversi software "PDF-reader" come ad esempio Acrobat PDF REader).

Chi è escluso dalla ricezione della fattura elettronica?

Sono esclusi dalla ricezione  della fattura elettronica solo gli operatori (imprese e lavoratori autonomi) che rientrano nel cosiddetto “regime di vantaggio “ e quelli che rientrano nel cosiddetto “regime forfettario”. A tali categorie di operatori si possono aggiungere i “piccoli produttori agricoli ” i quali erano esonerati per legge dall’emissione di fatture anche prima dell’introduzione dell’obbligo di fatturazione. Questi soggetti riceveranno comunque una fattura in formato PDF all’indirizzo mail associato all’account con l’avviso che  l’originale della fattura elettronica è a disposizione nella propria area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it sezione Fatture e Corrispettivi).

Dove posso trovare maggiori informazioni?

I dettagli forniti in questa pagina sono da intendersi meramente informativi, poichè la materia fiscale è specifica e può presentare unicità, per maggiori informazioni ti invitiamo a visitare il sito Agenzia Entrate oppure chiedi i dettagli al tuo commercialista.